Documento di posizionamento Direttiva 2013/59 Euratom. Tutto cambia se cambiano i TSRM.

Crea: 12/04/2018 - 12:52

Così come approvato in occasione del Consiglio nazionale tenutosi a Roma nei giorni 23 e 24 marzo 2018, la Federazione ha prodotto un Documento di posizionamento (in allegato) circa il recepimento della Direttiva europea sulla radioprotezione. Tutti i tecnici di radiologia sono pertanto invitati ad aderire in modo diffuso e rigoroso a quanto indicato nell'appendice 1 del documento:

GIUSTIFICAZIONE

• è vietata l’esposizione non giustificata: per ogni singolo esame, prima dell’esposizione, dovrà esservi evidenza documentale dell’avvenuta giustificazione;

• la suddetta imprescindibile giustificazione dovrà essere garantita in uno dei due seguenti modi:

1. da parte dello specialista;

2. preliminarmente, per le indagini per le quali le prove di efficacia rilevabili dalla letteratura scientifica ne dimostrano la capacità di rispondere ad uno o più quesiti clinici. Tale tipologia di giustificazione richiede la presenza di procedure aziendali condivise tra specialista, tecnico sanitario di radiologia medica e fisico medico.

NB: la mera presenza fisica dello specialista nella struttura presso la quale si dovrebbe effettuare la prestazione non si configura come elemento di giustificazione; per contro l’assenza dello specialista nella struttura non inficia l’esecuzione in autonomia da parte del TSRM delle indagini di cui al punto 2.

GRAVIDANZA In caso di indagine radiologica giustificata, se il soggetto da esporre è una donna in età fertile, anche in presenza di valutazioni precedentemente effettuate dal prescrivente e dallo specialista e della sottoscrizione della relativa dichiarazione, è indispensabile verificare la presenza di una delle tre seguenti condizioni:

a. gravidanza in atto;

b. gravidanza sospetta;

c. impossibilità di escludere la gravidanza in termini assoluti.

Nel caso in cui la donna ricadesse in una delle tre suddette fattispecie, non esporla e rivolgersi allo specialista.

Data la sensibilità delle questioni poste e tenuto conto delle responsabilità, anche deontologiche, che gravano sul TSRM in tema di radioprotezione, laddove si rileveranno discordanze rispetto a quanto indicato dalla normativa e dal documento di posizionamento, verranno presi provvedimenti disciplinari e/o a effettuate le necessarie segnalazioni alle Autorità competenti. Anche nei confronti delle Aziende e dei modelli organizzativi.

Per un esempio andato a buon fine, si veda la segnalazione alla Procura contro l'AOU Ospedali Riuniti di Foggia (clicca qui).


Il Presidente Ordine TSRM e PSTRP Foggia - Antonio Alemanno

About Author

Coordinamento regionale Collegi TSRM Puglia