Tutte le anomalie (e i silenzi) nell'assunzione di TSRM in Medicina Nucleare al Policlinico di Bari.

Crea: 10/05/2018 - 23:28

Nella ricerca di personale TSRM, la Medicina Nucleare del Policlinico di Bari continua a differenziarsi dagli altri servizi di "alta specialità" della stessa azienda: dopo varie e più onerose assunzioni tramite agenzie di somministrazione lavoro, ora ha bandito una mobilità riservata a coloro che hanno un' esperienza documentata di almeno 18 mesi (in allegato).

In Puglia, le aziende sanitarie che hanno sperimentato questa soluzione creativa hanno poi assunto tutti i partecipanti: si veda l'avviso all'ASL BT e poi la mobilità ai Riuniti di Foggia. Nei concorsi o avvisi, l'espediente della documentata esperienza scoraggia molte persone e fa diminuire i candidati. Però nelle mobilità verso la Puglia, non abbiamo mai visto una gran folla...anzi!

Ma tornando al caso in questione, da una parte ci onora che il Policlinico riconosca e premi l'esperienza acquisita altrove dai TSRM. Dall'altra, ci stupisce come si autorizzi un esborso maggiore di denaro pubblico dovuto al pagamento del servizio all'agenzia di somministrazione...quando si ha a disposizione una graduatoria valida per assumere. Se il Direttore della Medicina Nucleare è rimasto privo di TSRM esperti e capaci di passare il testimone, probabilmente significa che in quel Servizio non si sono create le situazioni virtuose affinché ciò accada. Così come invece è accaduto in altre metodiche pur sempre altamente specializzate come la Radioterapia, la Neuroradiologia, la Radiologia Interventistica, ecc...che non hanno fatto ricorso a tale procedura esterna.

A proposito: in Radioterapia, sembrerebbe dopo un intervento tramite legale, si fece marcia indietro proprio su una delibera con la quale si voleva ricorrere alla somministrazione esterna a fronte di graduatorie valide (leggi qui).

Concludendo: la normativa sui concorsi non prevede uno sbarramento in base all'esperienza pregressa in una determinata metodica. Le aziende che lo propongono, devono motivare l'esclusione dei candidati privi di questo ulteriore requisito. E le aziende come l'ASL BT e Ospedali Riuniti che hanno fatto lo stesso del Policlinico, dovevano poi rispettare quanto richiesto rispettivamente nell'avviso e nella mobilità. Altrimenti, chi non ha partecipato perché si è attenuto al bando...si è poi alla fine "autoescluso" da solo.

Presidente Ordine TSRM PSTRP Foggia - Antonio Alemanno

Topic: