Le difficoltà di un Ordine senza una base.

Crea: 04/03/2018 - 23:01

Da anni il problema dei TSRM è un D.Lgs. 187/2000 applicato a comodo del medico radiologo di turno. Appena però si vuol dimostrare l'inapplicabilità del decreto, bisogna fare i conti con i TSRM "complici" del sistema. Intendo cioè quei colleghi che, in buona fede, continuano a lavorare senza pretendere la giustificazione preliminare alle esposizioni mediche alle radiazioni ionizzanti (art. 3, comma 4, D.lgs. 187/2000).

A suo tempo, questo Ente ha inviato a tutti gli iscritti le Indicazioni ai TSRM elaborate dalla Federazione. E nello specifico, gli Ospedali Riuniti di Foggia, a fronte di una segnalazione del sottoscritto alla Procura della Repubblica, hanno scelto le Linee guida art. 6 come modello organizzativo

Tale modello organizzativo prevede che per i pazienti ricoverati la giustificazione sia in capo al prescrivente, negli altri casi (Pronto Soccorso e ambulatori) il TSRM deve procedere dopo che il radiologo ha giustificato in forma "tracciabile" l'esame. Ma se i TSRM non segnalano per iscritto che l'organizzazione del lavoro è disapplicata anche laddove lo stesso ospedale si è dato un modello di lavoro che non rispetta, nulla può fare nè la Federazione, nè l'Ordine.


Presidente Ordine dei TSRM e delle PSTRP - Provincia di Foggia- Antonio Alemanno 

Topic: